“Ritorno al Passato: LE DANZATRICI en plein air” è un festival di danza contemporanea che celebra il patrimonio culturale di Ruvo di Puglia attraverso la rievocazione delle “Danzatrici di Ruvo di Puglia”. L’evento, alla sua quarta edizione, riporta in vita le antiche figure dell’affresco tombale, permettendo loro di danzare liberamente negli spazi urbani.

Il Festival di Danza Contemporanea “LE DANZATRICI en plein air” a Ruvo di Puglia si terrà dal 20 giugno al 7 luglio 2024, diretto artisticamente da Giulio De Leo e organizzato dalla Compagnia Menhir. Questo evento, alla sua quarta edizione, celebra il celebre affresco tombale “Le danzatrici di Ruvo di Puglia” e il patrimonio archeologico e culturale del territorio.

Il festival si propone di riportare in vita le figure dell’affresco, permettendo loro di danzare liberamente negli spazi urbani e di esplorare la danza come ricerca di sé e della memoria collettiva. Attraverso questo progetto, si avvia una riflessione sull’archeologia della danza e si promuove un benessere culturale diffuso, coinvolgendo le comunità locali.

Grazie al sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Puglia e del Comune di Ruvo di Puglia, il festival presenta una ricca programmazione che comprende spettacoli, performance, laboratori e eventi collaterali. Saranno coinvolti artisti italiani e internazionali, con particolare attenzione a promuovere talenti emergenti e a favorire l’accessibilità per persone con disabilità.

Tra gli eventi più attesi, spiccano lo spettacolo “Elvedon” con la coreografia di Christos Papadopoulos, ispirato al romanzo “Le onde” di Virginia Woolf, e “Melting Pot 0116” coreografato da Roberto Zappalà. Il festival ospiterà anche la prima nazionale di “SEARCHING FOR EUROPA outdoor version”, una coproduzione internazionale tra la Compagnia Menhir e ANTI-SKINO PERFORMING ARTS di Cipro, che esplora l’oscillazione tra est e ovest nel Mediterraneo.

L’evento si svolgerà negli spazi dell’ex Convento dei Domenicani di Ruvo di Puglia, con performance anche presso la Scuola Bovio e il Museo Archeologico Nazionale Jatta. Saranno inoltre organizzati dialoghi e laboratori aperti alla partecipazione del pubblico. Il Festival “LE DANZATRICI en plein air” rappresenta un’occasione unica per vivere l’arte della danza in uno scenario suggestivo e periferico, promuovendo la cultura e l’inclusione sociale attraverso l’arte.

Iscriviti al canale Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *