Si è tenuto questa mattina a Putignano l’incontro dal titolo “Parlami con una lettera” organizzato dall’associazione “Fermiconlemani” in collaborazione con “A Mani Basse” e “Pink in Hope”. Le tre presidenti, Tiziana Cecere, Giovanna Spinelli e Francesca Colacicco, hanno anche reso noto di aver installato ben tre cassette help in città.

E’ stato attivato con il Patrocinio del Comune di Putignano, il progetto “CASSETTA HELP©” ideato e registrato dall’Associazione Fermiconlemani, grazie alla preziosissima collaborazione e partecipazione dell’associazione di Putignano A Mani Basse, presidente Giovanna Spinelli, al sostengo dell’associazione Pink in Hope, presidente Francesca Colacicco.

Si è tenuto un evento molto speciale dal titolo “Parlami con una Lettera” durante il quale sono intervenuti l’assessora alle Politiche Sociali, Anna Caldi, la giudice di pace di Putignano, dottoressa Tiziana Gigantesco, la dirigente dell’Istituto Comprensivo “De Gasperi- Stefano da Putignano”, dottoressa Mariana Buttiglione, il dirigente Area Affari Generali ed Istituzionali del Comune di Putignano, dottor Domenico Mastrangelo, il vice questore, dottor Gerardo Di Nunno, l’ispettrice, dottoressa Antonella Gallinotti del Commissariato di Putignano, l’avvocata Annalisa Giotta socia fondatrice di A Mani Basse e la dottoressa Katia Giotta, socia fondatrice di A Mani Basse.

Sono state installate tre Cassette Help: 1. Comune di Putignano; 2. Biblioteca Comunale F. De Miccolis Angelini; 3. Chiesa San Filippo Neri.

La caratteristica fondamentale della CASSETTA HELP© e’ la garanzia dell’anonimato per poter fare, in forma riservata, proprio segnalazioni di bullismo, di cyberbullismo, di bodyshaming e di cybershaming, di violenza di genere, di altre forme di discriminazione, quindi a disposizione di tali realtà che quando avvengono spesso non sono denunciate. Gli interessati potranno anche contattare il numero verde 800822538 di Fermiconlemani per essere supportati telefonicamente da professionisti esperti o per prenotare un appuntamento presso i punti di ascolto nel Comune di Putignano. Questa sinergia tra Associazioni e Istituzioni nel Comune di Putignano funge da esempio e monito di speranza e condivisione fattiva per i processi di cambiamento sociale e culturale; cooperando in rete sui territori si può agire efficacemente nel contrasto alla violenza nei confronti delle donne e a 360 gradi per ogni forma di violenza.

Tiziana Cecere, presidente di Fermiconlemani: “Questa situazione assurda, complessa e surreale che stiamo vivendo negli ultimi due anni, sta mettendo a dura prova la forza e i valori della Famiglia il micro cosmo dove inizia la vita e l’amore non dovrebbe finire mai soprattutto in un periodo così delicato. A maggior ragione se le famiglie sono disgregate o allontanate per motivi di separazione o divorzio l’amore per l’ideale Famiglia con la F maiuscola dovrebbe trionfare. Ogni individuo può essere fautore di un cambiamento sociale e allora tutti attualmente dovremmo prenderci più cura delle persone più fragili e insistere su interventi di progettualità sociale come la Cassetta Help.”

Giovanna Spinelli, presidente di A Mani Basse: “Oggi è evidente che l’emancipazione delle donne viene vissuta con disagio e sofferenza da molti uomini. Però è anche evidente che l emancipazione femminile aiuta le donne a non subire violenze e sopraffazioni di ogni genere. L’adesione al progetto “Cassette Help” dell’associazione “FermiconleMani”, vuole mettere in evidenza la possibilità di chiedere aiuto attraverso una lettera, un pensiero, anche semplicemente il dare spazio ad un’emozione, di raccontarsi, di dar voce a dei silenzi, facendo emergere delle realtà che purtroppo esistono ma che ancora oggi fanno fatica ad emergere. Noi siamo onorati di aderire a questo straordinario progetto!”

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.