Terza edizione per “Il Mercoledì Fotografico”, manifestazione organizzata a Noicattaro dalla biblioteca comunale “Giuseppe Di Vittorio” e guidato dalla fotografa professionista Anna De Marzo. Si comincia il 7 febbraio con un appuntamento sul tema della maternità.

Imparare a leggere …le immagini. Non solo lettere e numeri, l’apprendimento passa anche dalla capacità di comprendere cosa si sta guardando.

Da questa riflessione nasce il progetto, quest’anno arrivato alla terza edizione, de Il Mercoledì Fotografico organizzato dalla biblioteca comunale di Noicàttaro G. Di Vittorio: un appuntamento mensile in cui il pubblico, guidato dalla fotografa professionista Anna Maria De Marzo, impara a comprendere il vero significato delle immagini, oltre la visione superficiale.

Il primo appuntamento sarà mercoledì 7 febbraio sul tema della “Maternità”.

“Spesso ci accorgiamo che guardiamo senza osservare, o meglio senza comprendere davvero ciò che stiamo vedendo. Curve sinuose che fanno pensare a corpi stretti in un abbraccio, in realtà si rivelano essere i lati di un… peperone! Ebbene nella fotografia non sempre ciò che sembra, corrisponde alla realtà. Durante gli incontri, il significato delle immagini e l’intenzione dei fotografi emerge attraverso l’osservazione di dettagli tecnici ed espressivi, di elementi simbolici e dalla condivisione da parte del pubblico di opinioni personali ed impressioni suscitate dalle immagini. Per questo, l’esperienza del Mercoledì Fotografico è così arricchente per i partecipanti: si acquisiscono nuove competenze, si aprono nuove prospettive”, spiega la fotografa Anna Maria De Marzo.

Il progetto è finalizzato ad esplorare la fotografia intesa come materia di studio. Lo scopo è imparare a leggere le immagini, conoscere la loro grammatica, fornire all’utente gli elementi necessari ad elaborare un proprio gusto ed estetica visiva.

“Questa terza edizione conferma la scelta dei “grandi temi” sviluppandoli con una maggiore collaborazione con le realtà del territorio. Per questo stiamo avviando un percorso di collaborazione con la Pro Loco e gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Domenico Modugno”. Il format, che nelle scorse edizioni ha ottenuto grande successo, fa oggi un salto di qualità”, spiega il sindaco di Noicàttaro, Raimondo Innamorato.

Novità di quest’anno, infatti, sarà la presenza di grandi nomi della fotografia. Il primo appuntamento sarà con Antonio Faccilongo. Fotografo documentarista italiano, vincitore del Word Press Photo 2021 specializzato sull’Asia e sul Medio Oriente, principalmente Israele e Palestina, Antonio Faccilongo sarà ospite il 23 febbraio per presentare il progetto “Habibi”: cronaca di una storia d’amore ambientata in uno dei conflitti contemporanei più lunghi e complicati, la guerra israelo-palestinese.

“Dopo due anni in cui il pubblico ha mostrato affezione e partecipazione abbiamo deciso che possiamo scommettere su un format ancora più ricco di opportunità e occasioni. Una scelta resa possibile grazie all’impegno della dott.ssa Grazia Stolfa, bibliotecaria della Di Vittorio. Le biblioteche si riposizionano nelle società cercando di rappresentare sia la comunità nella quale crescono, ma anche l’individuo ponendosi in ascolto: da qui nasce l’esigenza, attraverso lo spazio bibliotecario, pubblico, accessibile e familiare, di approfondire un’arte a volte poco conosciuta alla comunità”, spiega l’assessore allo Sviluppo del Territorio Germana Pignatelli.

Gli appuntamenti sono organizzati su tematiche differenti: si parte dall’analisi generica di un argomento nel mondo fotografico e successivamente ci si focalizza sul lavoro di un fotografo professionista che ha affrontato quel particolare tema. 

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *