L’associazione Fermiconlemani, da anni attiva su tutto il territorio nazionale per attività a contrasto della violenza in ogni forma, ha organizzato la presentazione del libro “La via del possibile”, scritto a quattro mani da Michele Jamil Marzella e da Leonardo Florio, il prossimo giovedì 30 novembre a Putignano.

Nella sede di Coopera, nel centro storico di Putignano (corso Garibaldi 42), l’associazione Fermiconlemani ha organizzato la presentazione del saggio “La via del possibile”, scritto a quattro mani da Michele Jamil Marzella e da Leonardo Florio, edizioni Nuova Palomar.

Il maestro Marzella è assai noto nell’ambiente musicale come virtuoso trombonista, nonché unico strumentista in Europa a padroneggiare il radong, dai più conosciuto come tuba tibetana. L’opera s’incentra sul potere generativo e rigenerativo del respiro.

Spiega Marzella: “Il respiro per natura propria e in via del tutto naturale, crea e distrugge: da un lato veicola ogni tipo di riflessione o movimento corporeo, contribuendo così alla creazione e concretizzazione di qualcosa; dall’altro è in grado di spazzare via gli ostacoli della mente. Queste due anime del respiro vanno ascoltate, meditate, ma soprattutto educate con una disciplina caratterizzata da esercizi, appositamente dedicati, in modo da potenziare e meglio sfruttare il respiro stesso”.

Il lettore compirà un viaggio, attraverso l’avvincente esperienza autobiografica del maestro Marzella, scoprendo il respiro quale strumento per accrescere la consapevolezza di sé; è questo il fil rouge che lega quest’opera alle attività di prevenzione di Fermiconlemani.

Accrescere la conoscenza di se stessi e sviluppare la propria consapevolezza è il primo passo per non cadere preda di abusi psicologici, subdola piaga del nostro tempo”, tiene a sottolineare la presidente di Fermiconlemani l’avvocata e criminologa Tiziana Cecere, “Sviluppare il proprio autocontrollo attraverso il respiro, affina la capacità di affrontare ostacoli e momenti difficili in modo positivo, permette anche di non cadere preda di ansia e paura e di essere in grado, dunque, di prendere decisioni ed operare scelte consapevoli. L’empowerment e la crescita personale sono senz’altro fra i pilastri delle nostre attività di prevenzione, per questa ragione abbiamo con entusiasmo voluto sposare il progetto divulgativo degli autori”.

L’evento non poteva non contemplare un omaggio alla musa ispiratrice “da cui tutto nasce e a cui tutto torna”: la musica. Al termine della presentazione si terrà una live performance del maestro Marzella con il suo trombone e il suo radong accompagnato dal collega Enzo Fraccascia al pianoforte, in un’alternanza tra musica e prosa, con i rappresentanti dell’associazione Fermiconlemani.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *