Proseguono gli appuntamenti della manifestazione dal titolo Anima Mea, questa sera a Palo del Colle alle 21 nella chiesa del Purgatorio, si terrà il concerto di Guido Balestracci con la sua viola da gamba.

Il festival di musica antica Anima Mea approfitta della presenza di Guido Balestracci per proporre la pratica dell’incontro improvvisato oggi trascurato nel campo della musica accademica, ma particolarmente caro alla manifestazione.

Violista da gamba di fama internazionale e protagonista nei giorni scorsi di un doppio concerto dedicato all’arpeggione (strumento ormai scomparso), con il concerto «Carte blanche», Balestracci si esibirà questa sera alle 20.30 nella splendida chiesa del Purgatorio di Palo del Colle. Avrà, per l’appunto, «carta bianca» per un recital a sorpresa dal taglio autobiografico del quale il musicista sarà protagonista con alcuni amici pugliesi specialisti di «early music», Gioacchino De Padova (viola da gamba), Paola Ventrella (tiorba), Pino Petrella (chitarra barocca), Michele Visaggi (clavicembalo) e Gaetano Magarelli (organo a cassapanca).

Un’iniziativa che si inserisce nella manifestazione Anima Mea, itinerante in diverse città della Puglia, e che ci riporta alla fruizione di eventi culturali finalmente in presenza. Dopo due anni di pandemia serve recuperare fiducia nella relazione arte e fruitori, mai certamente sopita ma messa a dura prova dagli effetti restrittivi che tutti abbiamo subito in questi mesi.

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.