Al via una nuova edizione della rassegna organizzata da SpazioleArti dedicata al fascino del mito, si intitola “Sotto il cielo dei miti” e si terrà a Molfetta dal 25 al 31 agosto con tre spettacoli al museo archeologico del Pulo.

I miti stimolano l’immaginazione ad andare oltre il visibile, al di là dell’udibile. Eppure, sono ancorati al qui ed ora per la loro straordinaria vitalità. Carichi di verità che hanno attraversato millenni di storia, mostrano sconvolgenti analogie con gli accadimenti presenti. Eroi, ninfe, dei o uomini, protagonisti di semplici o intricate finzioni letterarie, ci aiutano a dare chiarezza a quanto realmente accade o può accadere. Complice il teatro, che con le sue molteplici suggestioni e i suoi linguaggi plurimi riesce a tessere straordinarie narrazioni per mutuare dal mito urgenze moderne, bisognose di riflessioni che orientino noi mortali nei labirinti del quotidiano.

Nella suggestiva cornice di un incantevole uliveto, “Sotto il cielo dei miti” porterà in scena tre autentici gioielli di narrazione per un affascinante viaggio nel mito, nelle nostre origini ma anche nel nostro presente. La rassegna propone anche itinerari alla scoperta della bellezza dei luoghi con le incursioni archeologiche. Nelle giornate di spettacolo sarà possibile compiere esplorazioni guidate al Pulo e al Museo Archeologico, con una apertura straordinaria della Cava S. Leonardo – Orme dei Dinosauri.

Ecco il programma della manifestazione “Sotto il cielo dei miti” a Molfetta:

Giovedì 25 agosto alle 20.30

IL MINOTAURO
con Roberto Anglisani, testo di Gaetano Colella, regia Maria Maglietta, musiche Mirto Baliani e produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

Martedì 30 agosto alle 20.30

AMORE E PSICHE
di e con Daria Paoletta e produzione Compagnia Burambò. Spettacolo vincitore del Premio Eolo Awards 2015

Mercoledì 31 agosto ore 20.30

CORRI, DAFNE!
di e con Ilaria Carlucci, regia Alberto Cacopardi, consulenza artistica Tonio De Nitto, coproduzione Tessuto Corporeo e Factory Compagnia Transadriatica. Spettacolo Vincitore del festival Voci dell’anima 2019 e del Premio Confine Corpo Creature Ribelli

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.