Martedì 21 settembre a Conversano, nel Monastero di San Benedetto a partire dalle 9, si svolgerà la seconda giornata di Lector in Fabula, rivolta ai ragazzi e dedicata ai temi dei migranti e dell’informazione.

Dai migranti all’informazione, da Piazza Dante alle madri, dall’arrivo della Vlora alle città spezzate sino a parlare degli Eroi dell’alimentazione. La seconda giornata della XVII edizione di Lectorinfabula european cultural festival organizzato dalla Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1921), entra nel vivo del tema “Il tempo degli eroi”, e lo fa attraversando il passato e il presente con incontri, dibattiti, workshop e mostre.

Domani, martedì 21 settembre, nel Monastero di San Benedetto, sarà ancora Lector Ragazzi ad aprire la giornata. Alle 9.00 i bambini dialogheranno con Marco Paschetta e Irene Penazzi. Quest’ultima sarà la protagonista del laboratorio delle 16.30 intitolato “Su e giù per giardini e montagne”. Alle 10.00 la rassegna stampa di Lectorinfabula dei quotidiani e delle riviste dell’emeroteca della Fondazione Di Vagno, in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti di Puglia e con i giornalisti de La Gazzetta del Mezzogiorno. Quotidiani, settimanali e caffè per approfondire i fatti dall’Italia e dal mondo. Alle 15.00 la Scuola per la Buona Politica sul tema degli Eroi invisibili, a partire dai migrati spesso mal raccontati se non ignorati dall’informazione, nella sala conferenze di San Benedetto, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Bari. Introdurrà il docente di sociologia all’Università di Bari Daniele Petrosino, interverranno Paola Barretta, docente dell’Università di Pavia, Francesca Bitetto, ricercatrice in sociologia dei processi culturali dell’Università di Bari, Luca Cefisi, coordinatore Unipromos, il giornalista Fulvio Colucci ed il sociologo e scrittore, Leonardo Palmisano.

Alle 18.00 la presentazione dell’ultimo libro di Leonardo Palmisano, dal titolo “La città spezzata”, un racconto di quartieri e di persone con una propria indivisibile identità.

Di migranti si continuerà a parlare alle 18.30, durante la presentazione del libro “Di muri e di ponti” scritto da Luca Cefisi che converserà con il giornalista e dirigente Arci Luca Basso. Si parlerà degli Eroi della Vlora alle 17, sulla Terra della Community Library, con gli scrittori albanesi Darien Levani e Artur Spanjolli, con il sociologo Onofrio Romano ed il giornalista Gaetano Campione. Alle 18.30 e 21.00 due momenti di Piazza Dante, nel chiostro di San Benedetto. Attori, danzatori e musicisti del cast di “Hell in the cave” diretti dal regista Enrico Romita, dedicheranno tre quadri a tre eroi della Divina Commedia.

Il Festival “Lectorinfabula” fa parte del progetto condiviso “Piazza Dante, #Festivalinrete” che unisce 44 Festival di approfondimento culturale italiani. Sostenuto dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche istituito dal Mibact, “Piazza Dante, #Festivalinrete” è una delle più importanti iniziative che nel 2021 rendono omaggio a Dante Alighieri in occasione dei settecento anni dalla morte. Da nord a sud in un viaggio geografico e culturale che sta attraversando tutte le regioni italiane toccando le grandi città e i piccoli centri, il progetto testimonia l’amore del nostro Paese per la straordinaria opera di Dante Alighieri, dando vita a un racconto tutto italiano che anima le piazze, fisiche e virtuali.

Chiudono la giornata tre appuntamenti di Lectorintavola:

alle 20.30 si parlerà di Olio, alimento identitario nella letteratura, con il giornalista enogastronomico Carlo Cambi. Alle 21.00 spazio agli Eroi dell’alimentazione, tutori della biodiversità, difensori delle risorse naturali della Terra e custodi delle tradizioni sociali e culturali con Mario Bolivar, food storyteller. Alle 21.30 per gli incontri d’autore di Lectorintavola, la presentazione del libro “Appetiti” di Luca Iaccarino con la giornalista e critico enogastronomico Antonella Millarte.

Tre le mostre allestite negli spazi del Festival:

  1. la mostra-concorso dedicata alla satira a cura del Centro LIBREXPRESSION diretto da Thierry Vissol, dal titolo “Cancel-liamoci: Cancel Culture e politicamente corretto”, il risultato del terzo concorso internazionale Libex2021. Un lavoro sulla cultura Woke, ideologia della Cancel Culture e del Politicamente Corretto, che si basa sulla consapevolezza delle ingiustizie sociali e razziali.Risalente agli anni ’20 del secolo scorso, oggi è diffusa in tutti i paesi occidentali con movimenti e campagne quali #BlackLivesMatter o #Metoo. Nessuno può mettere in dubbio la legittimità delle battaglie contro le discriminazioni, ma il fine non può mai giustificare i mezzi soprattutto quando azioni coordinate da attivisti permettono di censurare, boicottare o umiliare pubblicamente individui – anche del passato – le cui opinioni sono giudicate divergenti da questa nuova Doxa Woke. Al concorso hanno partecipato illustratori provenienti da 28 Paesi del mondo.
  • la mostra fotograficaLa guerra – una storia siciliana” del fotoreporter Tony Gentile, a cura di Rocco De Benedictis. Nel 2022 ricorrerà il 30esimo anniversario delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio in cui persero la vita 11 persone. Tony Gentile è l’autore di quella fotografia che vede ritratti i giudici Falcone e Borsellino che li ritrae sorridenti in un evento pubblico due mesi prima del primo attentato del 1992. Il reportage di Tony Gentile è la testimonianza diretta di un giovane fotoreporter che racconta il quotidiano della sua città, Palermo, e di un’isola piena di contraddizioni.
  • in anteprima nazionale, la mostra, anch’essa fotografica, “Il cibo in forma – Art Food Photo” di Laura Rizzo composta da due sezioni: Olio su teglia/Favole da forno e Pollo d’artista/Una faccia in prestito. Laura Rizzo, scrittrice, critico musicale, docente, si è sempre occupata di food art. Il progetto “Olio su teglia/Favole da forno” è nato durante il lockdown della scorsa primavera e ha trasformato la sua cucina in un Paese delle meraviglie. Ad un anno di distanza, invece, nasce il progetto “Pollo d’artista/Una faccia in prestito” con l’intento di creare volti di personaggi noti utilizzando solamente materiale commestibile.

È possibile scaricare il programma completo e prenotarsi al sito della manifestazione Lector in Fabula. A causa delle ristrettezze imposte dall’emergenza Coronavirus si potrà accedere agli eventi, sia al chiuso sia all’aperto, solo previa prenotazione, muniti di green pass o con tampone rapido o molecolare con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Contatta Vivi Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.