A margine della tre giorni della Fiera del Turismo di Milano, l’assessore al ramo della Regione Puglia, Gianfranco Lopane, traccia un bilancio della performance in base ai numeri che hanno riguardato la proposta turistica pugliese.

“È stata un’edizione straordinaria quella della Regione Puglia in questa Borsa Internazionale del Turismo 2024, a Milano, con uno stand ancora più grande degli anni precedenti, sempre partecipato e impreziosito dalle luminarie pugliesi – esordisce l’assessore Lopane.

I numeri raccontano la vivacità e la dinamicità che messa in campo per la fiera, ad iniziare dalle 45 postazioni dedicate agli operatori turistici in cui oltre 60 aziende, anche in forma aggregata, hanno avuto l’opportunità di tenere circa 1.300 incontri commerciali in tre giorni di fiera, oltre i 1.000 previsti. Circa 3.000 fra depliant e mini guide in italiano e inglese distribuiti in fiera, ai quali si è aggiunto il materiale promozionale delle aziende private, con circa 2.000 persone che si sono fermate al desk di accoglienza.

Sono stati ben 108 quest’anno i Comuni pugliesi (il doppio rispetto allo scorso anno) che, con i sindaci, le amministrazioni e i privati, hanno animato lo spazio conferenze istituzionali dove si sono svolte 70 presentazioni di nuovi progetti turistici e culturali delle nostre città. Nell’area immersiva dello stand hanno volato virtualmente, grazie ai visori, circa 1.100 persone per una esperienza mozzafiato in mongolfiera sui cieli della Terra delle Gravine, sorvolando Laterza, Ginosa, Castellaneta e Palagianello.

Conclude l’assessore al Turismo della Regione Puglia: “Nell’area Foodies, oltre 1.000 mini porzioni di tipicità pugliesi degustate da operatori, buyer, stampa e ospiti prenotati. Nella giornata di ieri, grande attenzione sulle performance turistiche del 2023 e, soprattutto, sugli obiettivi per il prossimo futuro grazie a progettualità trasversali, fra i vari settori di governo della nostra regione, come quelle sulla governance della destinazione e sulle incentivazioni che saranno presto disponibili per qualificare l’offerta turistica regionale. La BIT permette alla Puglia di confermare la sua grande attrattività a livello nazionale e internazionale“.

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *