Si chiude giovedì 5 agosto a Monopoli, alle ore 21 nel chiostro di Palazzo San Martino, la rassegna Ritratti Festival. Appuntamento finale con il progetto «Mind Games», un «fluxus tribute» a John Lennon della cantante Cristina Zavalloni, tra le massime interpreti della musica classica del Novecento ma capace di spaziare tra jazz, elettronica e sperimentazione. 

L’artista sarà al centro di uno spettacolo multidisciplinare firmato alla regia da Piera Mungiguerra e ricco di espedenti scenici, coadiuvata sul palco dall’ensemble Moto Perpetuo nel quale militano Alberto Tacchini (pianoforte), Massimi Felici (chitarra), Cristiano Calcagnile (batteria), Gabriele Panico (live electronics) e Andrea Grossi (contrabbasso).

Il punto di partenza è il 40esimo anniversario della morte di John Lennon, che il Ritratti Festival avrebbe già voluto ricordare lo scorso autunno, poi rinviato a causa della pandemia. Ma l’obiettivo non è tanto celebrare l’autore di straordinarie canzoni che hanno lasciato un segno nella cultura popolare di diverse generazioni. Il progetto «Mind Games», dal titolo da un famoso brano di Lennon da solista, nasce con l’obiettivo di approfondire un altro aspetto, assai meno noto, della biografia artistica e socio-culturale del musicista britannico, che con Paul McCartney scrisse la maggior parte dei successi e dei capolavori dei Beatles. Lennon incontrò Yoko Ono nel 1966, in occasione di un’esposizione dell’artista giapponese, già militante del movimento neo-dada Fluxus sin dai primi anni Sessanta, e per alcuni anni incrociò e partecipò direttamente a quel movimento, che in qualche modo incarnava o rappresentava un vivacissimo nucleo di confronto per artisti aperti e trasversali. Un movimento nel quale arte, musica, performance, filosofia e critica sociale ed estetica si tramutavano in azione. Da queste riflessioni prende origine «Mind Games», domandandosi innanzitutto cosa rimane oggi di quel fenomeno, non solo del movimento in quanto tale, ma delle sue premesse estetiche e dei suoi esiti artistici.

Ritratti è un cartellone realizzato grazie al sostegno di Ministero della Cultura, Regione Puglia e Assessorati alla Cultura e al Turismo del Comune di Monopoli.

Contatta Vivi Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *