Un ritorno a casa per festeggiare un prestigioso riconoscimento, lunedì 3 giugno nella cattedrale di Molfetta. Oltre 100 giovani musicisti tra gli 11 e i 13 anni formano la SaviOrchestra, formazione. L’appuntamento è un «fuoriprogramma» della stagione Kaleidos ’24 fortemente voluto dal presidente Marcello Carabellese e dal direttore artistico Pietro Laera della Fondazione Musicale Valente.

Il concerto è stato organizzato in collaborazione con l’Istituto comprensivo Scardigno-Savio di Molfetta nell’ottica di valorizzazione delle eccellenze musicali del territorio.

Tra l’altro, al Seamphony 2024, viaggio-evento che ha visto cori e orchestre di scuole a indirizzo musicale confrontarsi in un festival di musica viaggiante lungo la tratta Civitavecchia-Barcellona, la SaviOrchestra non solo ha vinto il primo premio assoluto, ma ha anche ricevuto menzioni speciali per i migliori arrangiamenti e la migliore sezione di violini. Nuovi e importanti traguardi per la formazione molfettese, che sinora si era esibita sui prestigiosi palcoscenici del Conservatorio Santa Cecilia, della sala Sinopoli del Parco della Musica di Roma, del Petruzzelli di Bari e del teatro San Carlo di Napoli.

Nella sua intensa attività spiccano inoltre l’invito al Disma Music di Rimini, la collaborazione con la Banda Nazionale della Marina Militare Italiana e la conquista del Premio Abbiati per la Scuola assegnato per la messa in scena dell’opera lirica «Cavalleria Rusticana», con lettera di encomio da parte di un concittadino davvero speciale qual è il maestro Riccardo Muti.

Riconoscimenti che confermano la qualità formativa della scuola «San Domenico Savio», che sin dagli anni Settanta presenta nella propria offerta l’insegnamento di sette strumenti musicali (pianoforte, clarinetto, flauto traverso, tromba, chitarra, violino e percussioni). Un fiore all’occhiello della città che continua ad esportare con passione le proprie eccellenze musicali.

Iscriviti al canale Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *