È tutto pronto per la XXIV edizione del campionato invernale vela d’altura “Città di Bari”. La manifestazione sportiva inizierà domenica 28 gennaio alle 10.30 (orario del segnale di avviso della prima prova) per concludersi domenica 10 marzo. Quattro le giornate di prova previste quest’anno, a cui se ne aggiunge una per l’eventuale “recupero” da farsi nel caso in cui una o più giornate di regata non si siano regolarmente svolte. 

Ad rendere possibile l’organizzazione del campionato anche questa volta la collaborazione tra i circoli velici che da ormai diversi anni mantengono viva la tradizione velica invernale del capoluogo pugliese. I protagonisti di tutta la macchina organizzativa per il 2024 sono dunque il Circolo della Vela Bari, la Lega Navale Italiana di Bari, il Circolo Nautico Il Maestrale, il Circolo Nautico Bari e il CUS Bari, con il patrocinio del Comune di Bari – assessorato allo Sport e della Federazione Italiana Vela – VIII zona.

Il “Città di Bari” sarà inoltre valido per la selezione al campionato Vela d’Altura dell’VIII zona FIV – Coppa dei Campioni 2024. Non è dunque un caso se tra i 16 equipaggi attualmente iscritti (11 per l’altura e 5 per la minialtura) ci siano campioni già affermati sul panorama della vela locale e nazionale ma anche tanti che di anno in anno continuano a crescere e a rinfoltire le schiere del mondo velico pugliese, arrivando anche da fuori regione per confrontarsi sui campi di regata di Bari.

GLI ISCRITTI 

Per l’altura troviamo il GS 40 “Grace” di Nicola Turi (CV Bari);  l’X-43sd “Euristica2” di Siro Casolo (CN Bari);il Grand Soleil 40 “Kairos” di Giulio Ranieri (Cus Bari); il Mantra 28 “Tuccia” di Luigi Romano (CN Pescara); il Solaris 44 “Ohana” di Angelo Volpe (Cus Bari); il Bavaria 35 Match “Biba” di Giacomo Scalera (Cus Bari); l’X-119 “Fra Diavolo” di Saverio Scannicchio (LNI Bari); “Morgana” il Sun Odyssey 42i di Paolo Barracano (LNI Bari); il Comet 36 Sport “Hydra” di Valerio Savino con al timone Salvatore Di Corato (CN Bari); “Verve Camer” il Comet 50 C.R. di Luigi Ancora con al timone Giuseppe Greco; e “AriaAmara” l’Elan 333 di Michele Diomeda (CN Bari).

Nella flotta dei minialtura ci sono invece “Argentina” di Antonio Patimo (CN Bari); il J24 “L’Emilio Compagnia del mare” di Francesco Mastropierro (CV Molfetta)il J24 “Jebedee” di Gaetano Soriano (CN Il Maestrale)il Melges 24 “Folle Volo Pegasus” di Antonio Pastore con Joseph Pastore al timone; e il Surprise “Folle Volo Racing” di Giuseppina D’ambrosio.

GLI APPUNTAMENTI DEL CAMPIONATO

Il primo appuntamento per i 20 equipaggi attualmente iscritti è dunque venerdì 26 gennaio alle 19.30 alla Lega Navale Italiana sez. Bari per il briefing di inizio campionato durante cui saranno consegnate le istruzioni di regata a tutti i concorrenti. Le regate, invece, sono in programma il 28 gennaio, l’11 e il 25 febbraio e il 10 marzo, con possibilità di recupero il 24 marzo, si disputeranno su percorsi con boe (fino a due prove per ogni giornata) o costieri (una sola prova per ogni giornata). Sono inoltre previsti, come di consueto, alcuni eventi tecnici e tematici di approfondimento aperti a tutti gli  appassionati di vela oltre che naturalmente agli iscritti al campionato. I dettagli di questi incontri saranno resi noti nelle prossime settimane. Il campionato sarà valido con almeno quattro prove disputate. L’area di regata sarà indicata dal circolo organizzatore della singola regata con un apposito comunicato pubblicato sul sito del campionato. 

IL REGOLAMENTO

Le regate sono aperte alle imbarcazioni a vela monoscafo di almeno 5,5mt lft (lunghezza fuori tutto, ndr.) con certificato ORC valido che saranno suddivise nelle classi Altura e Minialtura. Quelle di Altura saranno quindi raggruppate nelle categorie “Regata”, “Crociera/Regata” e “Gran Crociera”. Saranno proclamati vincitori del Campionato Invernale e premiati i primi classificati nelle classifiche finali delle diverse categorie, con almeno tre imbarcazioni iscritte; i primi classificati in overall altura; i primi classificati overall tra le imbarcazioni partecipanti in equipaggio ridotto a due componenti (X2), con almeno tre imbarcazioni iscritte; i vincitori delle diverse classi di monotipi con almeno tre imbarcazioni iscritte. Ulteriori premi potranno essere attribuiti dal Comitato Organizzatore del campionato.

La XXIV edizione del Campionato Invernale Vela d’Altura “Città di Bari” è resa possibile anche grazie agli sponsor Intempra.com, Consorzio Produttori Vini di Manduria, Publitalia Sport & Gadget, MeetingroomBari e Dillo Acrylic Design. Sponsor tecnico: Obiettivo Mare.

LE DICHIARAZIONI IN CONFERENZA STAMPA

Pietro Petruzzelli, assessore allo Sport del Comune di Bari “Siamo felici di presentare anche quest’anno una regata storica alla quale partecipano tutti i circoli nautici della città. Il campionato di Vela d’altura è un appuntamento ormai consolidato, articolato in quattro giornate, tra cui una sul lungomare di Bari. Come amministrazione, sin dall’inizio del mandato, abbiamo investito sul rapporto tra la città e il mare lavorando sulle infrastrutture e riqualificando ogni tratto di lungomare, da Santo Spirito fino a Torre a Mare. Grazie al protagonismo attivo di tutte le federazioni nautiche della città siamo impegnati nel promuovere e valorizzare le discipline sportive che si praticano in mare perché chi vive il mare attraverso lo sport impara ad amarlo, apprezzarlo e, soprattutto, a difenderlo.”

A portare i saluti del direttore marittimo della Capitaneria di Porto di Bari Vincenzo Leone ci ha pensato Cesare Mariano Spedicato, Comandante di Fregata della Capitaneria di Porto di Bari che ha sottolineato come “l’amministrazione marittima si è messa a disposizione della città e dei sodalizi nautici fornendo il proprio contributo nella fase istruttoria finalizzata alla emanazione del provvedimento autorizzativo da parte del Comune di Bari, che è stata redatta l’ordinanza di Polizia Marittima per tutelare gli aspetti di sicurezza della navigazione che è in procinto di essere firmata e in cui è previsto l’utilizzo di un mezzo navale per i profili di sicurezza in mare di competenza”.

Angelo Giliberto, presidente del Coni Puglia “Faccio i complimenti all’amministrazione comunale che negli ultimi anni ha fatto quello che il Coni auspica da sempre, ovvero creare una sinergia fra le Federazioni Sportive. E avere qui i circoli nautici della città di Bari riuniti per questa manifestazione è già una vittoria. Per noi questo è l’anno olimpico e bene fa l’amministrazione comunale a promuovere le attività del mare. Quest’anno nel trofeo estivo Coni siamo arrivati terzi, nel trofeo invernale invece siamo penalizzati dalle caratteristiche del nostro territorio ed è per questo che come Coni Puglia stiamo lavorando per creare le condizioni di vincere il Trofeo Estivo. Altra cosa su cui vorrei spingere in vista di Taranto 2026 anche per la creazione del Trofeo del Mare, cosa su cui sto già lavorando con Marche, Abruzzo, Liguria. Tornando al campionato invernale so che siete professionalmente validi e questo mi dà la certezza che sarà una bella manifestazione. Bravi bravi bravi, il Coni è con voi”.

Mario Cucciolla, vicepresidente VIII Zona FIV
“Mi congratulo per come stanno andando le cose qui a Bari. In Puglia abbiamo 46 circoli affiliati, quest’anno prevediamo di arrivare a 50. Bari è un esempio estremamente interessante che cerchiamo di replicare anche altrove in Puglia. Per il campionato invernale a Bari arriveranno i campioni di vela d’altura degli ultimi anni. Questo campionato invernale consentirà inoltre l’accesso alla Coppa dei Campioni che è l’occasione di confronto tra i migliori velisti pugliesi ma anche nazionali che quest’anno tornano a Trani i primi di giugno. Ringraziamo il Comune di Bari per tutto quello che sta facendo per dare visibilità a questo sport”.

“Il Campionato Invernale è una manifestazione ormai storica che ci aiuta a promuovere le attività sul mare e per il mare oltre che il rispetto del mare e delle regole per la sicurezza. Nostro compito è fornire a tutti coloro che partecipano all’attività le basi per affrontare al meglio le regate. Quattro le giornate di prove con una in cui è prevista una costiera, più una giornata di recupero per dare ai partecipanti la possibilità di giocarsela fino in fondo nel caso in cui il cattivo tempo dovesse impedire di disputare una delle quattro in calendario. Quest’anno per una serie di motivi di ottimizzazione a terra mancheranno alcune barche che sono da sempre state dei pilastri della nostra vela d’altura. Ma d’altro canto ce ne sono di nuove che si iscrivono e questo è per noi un segnale importantissimo con nuovi tesserati che affrontano questa esperienza che va vissuta con il giusto bilanciamento tra la voglia di competere e la sicurezza in mare che in inverno è sempre più impegnativo. Un ringraziamento va anche agli sponsor che ci sostengono quest’anno e che ci consentono di offrire un “extra” ai partecipanti, e a tutta la squadra che ha lavorato per mesi dietro le quinte per organizzare la manifestazione” hanno spiegato i circoli organizzatori con Fulvio Resta, presidente della Lega Navale Italiana Bari, Vito Laforgia, presidente del Circolo Nautico Bari, Gaetano Soriano, vicepresidente del Circolo Nautico Il Maestrale, Gigi Bergamasco, direttore nautico del Circolo della Vela Bari e Massimo Foglia delegato del Cus Bari.

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *