Venerdì 12 novembre a Bari, alle ore 19.30 all’AncheCinema Royal, si terrà “Oltre Orwell – il gemello digitale”. Una lectio magistralis del sociologo franco-canadese, e direttore scientifico della rivista di cultura digitale “Media Duemila”, Derrick de Kerckhove che dialogherà con la giornalista Maria Pia Rossignaud, direttrice ed editore della stessa rivista. Un appuntamento che si inserisce nel festival “Terre di Dentro” promosso dall’associazione VitainMoto con il contributo della Regione Puglia e dell’assessorato alle Culture del Comune.

“Terre di Dentro” è un festival multidisciplinare della cultura promosso dall’associazione VitainMoto con il contributo della Regione Puglia (Azione 4 – Programma Straordinario 2020 per la Cultura e lo Spettacolo) e dell’assessorato alle Culture del Comune, in programma a Bari fino al 22 dicembre prossimo.

Questa sera a Bari, all’AncheCinema, si terrà un confronto tra il sociologo franco-canadese Derrick de Kerckhove e la direttrice della rivista “Media Duemila”, Maria Pia Rossignaud, sul mondo digitale in generale e sull’influenza che avrà sempre più anche nella sfera privata di ognuno di noi.

L’incontro, al quale interverrà l’assessora alle Culture Ines Pierucci, è dedicato all’analisi del linguaggio dell’Intelligenza Artificiale, agli abusi, alle manipolazioni e ai pericoli ad esso connessi, alla mancanza di regole chiare nella gestione dei nostri dati personali con le gravi conseguenti ricadute sul piano etico-giuridico e, spesso, anche sul piano della democrazia. Si parlerà del gemello digitale, hub di informazioni in grado di predire i comportamenti futuri scegliendo la strada più sostenibile, e dei rischi legati a questa tecnologia in quanto il digital twin rischia di estendere il proprio dominio anche alla sfera privata degli utenti, non solo orientando, ma anticipando scelte e comportamenti. La strada indicata dagli esperti è quindi quella di imporre alle applicazioni pratiche dell’intelligenza artificiale regole chiare dal punto di vista giuridico ed etico.

Gli altri appuntamenti in programma si terranno domenica 28 novembre, alle ore 19, sempre all’AncheCinema, dove andrà in scena “Parade 1.0”, uno spettacolo di danza multimediale tra l’immaterialità del digitale e la fisicità di un corpo in movimento, e mercoledì 22 dicembre, alle ore 19, alla Vallisa, in cui avrà luogo “Primavere”, una videoinstallazione performativa di schermi olografici in cui gli spettatori e i performer potranno immergersi. Sempre mercoledì 22 dicembre, alle ore 19.30, si terrà l’incontro con il filosofo e poeta Valerio Meattini sul tema “Universo fisico e Mondi umani. Metamorfosi dell’abitare. Nomadi in casa. Stanziali ovunque”.

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.