Lo stress ossidativo è nemico della tua salute e causa un invecchiamento sempre più precoce. Ma come riconoscerne i sintomi e come combatterlo? Risponde in una nota la nutrizionista sportiva e personal trainer, Marcella Quarto.

Lo stress ossidativo è un meccanismo di danno cellulare determinato da un eccesso di sostanze chimiche, ovvero dei radicali liberi. Si caratterizza con un’elevata reattività e instabilità chimica, prodotte a livello cellulare prevalentemente in sede mitocondriale.

Alimentazione scorretta, scarso o inadeguato esercizio fisico e sonno disturbato, sono i tre componenti principali che sviluppano questo tipo di stress così dannoso per la tua salute. Molte ricerche hanno definito lo stress ossidativo una particolare forma di stress chimico, provocata da quantità elevate di agenti nocivi nel nostro organismo, i radicali liberi nelle cellule e nei tessuti, responsabili dell’invecchiamento precoce e di una lunga serie di malattie molto comuni come l’ ipertensione arteriosa, la colite, la pancreatite, l’ obesità, il diabete, la bronchite e l’ artrite reumatoide. C’è da sapere che anche in condizioni di buona salute, il nostro organismo produce da sé una modesta quantità di radicali liberi per effetto del metabolismo cellulare. In più, alcuni globuli bianchi sfruttano i radicali liberi per uccidere i batteri, aiutando così il nostro sistema immunitario a difendersi. Altri radicali liberi regolano alcune funzioni vitali, come la pressione arteriosa e il flusso sanguigno. Per questo sono stati definiti insostituibili compagni di viaggio della nostra vita cellulare. Se però la quantità nel nostro corpo , supera i livelli oltre i limiti , diventano una minaccia. Il sistema che il nostro organismo attiva, per proteggersi dai danni provocati dai radicali liberi, un sistema di difesa naturale chiamato antiossidanti. Alcuni di essi sono endogeni, quindi prodotti dall’ organismo stesso in condizioni di buona salute, altri come ad esempio la vitamina C ed E, sono detti esogeni e devono essere integrati dall’esterno attraverso l’ alimentazione.

Nel nostro organismo dunque, esiste un delicato equilibrio tra produzione e smaltimento dei radicali liberi. La rottura di questo equilibrio provoca lesioni che se gravi e protratte nel tempo, conducono ad un’ accelerazione dell’invecchiamento e all’insorgenza di numerose malattie.

Marcella Quarto, nutrizionista sportiva e personal trainer

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *