Presentata nella sala stampa della Giunta regionale l’edizione 2024 della Fiera e della mostra-concorso del Fischietto in Terracotta del Comune di Rutigliano, in programma dal 17 al 21 gennaio.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore regionale al Turismo Gianfranco Lopane, il direttore del Dipartimento Turismo, Economia della cultura e valorizzazione del Territorio della Regione Puglia Aldo Patruno, il sindaco del Comune di Rutigliano Giuseppe Valenzano,  il vicesindaco e assessore comunale alle Attività Produttive Tonio Romito e l’ assessora comunale a Cultura, Turismo e Marketing Territoriale Milena Palumbo.

Di seguito le dichiarazioni dell’assessore al Turismo della Regione Puglia Gianfranco Lopane: “La tradizione e l’artigianato storico rientrano a pieno titolo in uno dei principali prodotti turistici della nostra regione. La Fiera del Fischietto di Rutigliano ci dà la possibilità non solo di catalizzare l’attenzione di media e turisti sul piano nazionale e internazionale, ma di estendere una riflessione su quelli che sono i centri di produzione della terracotta, della ceramica pugliese e di mettere a sistema questo tipo di progettualità. L’idea è di costruire intorno a questa iniziativa un canovaccio per poter continuare a puntare sulla tradizione, sull’artigianato storico, sulla cultura: tutti elementi importanti per allargare il periodo di stagionalità turistica della nostra regione e raccontare esperienze ed emozioni che in Puglia si possono vivere”.

Concorde il direttore del Dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio Aldo Patruno: “Una promozione non soltanto culturale, artigianale, artistica ma anche dal punto di vista turistico in una località che in questi anni è andata acquisendo punti sotto il profilo del posizionamento turistico”.

Giuseppe Valenzano, sindaco di Rutigliano, ha commentato: “Per noi è motivo di orgoglio e prestigio presentare, in Regione, la Fiera del Fischietto in Terracotta. Abbiamo vissuto momenti particolari negli ultimi anni – soprattutto i nostri artigiani – ma, grazie al supporto costante e al confronto con l’assessorato al Turismo e l’assessorato allo Sviluppo Economico, siamo riusciti a ripartire. Ripartire con una serie di idee che, da tre anni a questa parte, coincidono con due appuntamenti dedicati al fischietto in terracotta: quello di gennaio, legato alla tradizione, e quello ulteriore di giugno pensato per dare possibilità, ai tanti turisti che raggiungono la nostra Puglia, di visitare la fiera e conoscerne la storia. Il fischietto, per noi, è tradizione”.

Tonio Romito, vicesindaco e assessore comunale alle Attività produttive, ha dichiarato: “La Fiera del Fischietto in Terracotta è, per Rutigliano, la madre di tutte le attività fieristiche: intreccia la tradizione, la storia e l’economia del nostro paese e, nel giorno di Sant’Antonio Abate, raccoglie tutta la cittadinanza intorno al nostro simbolo”.

Per Milena Palumbo, assessora alla Cultura e al Turismo del Comune di Rutigliano, “Inizia la nostra festa, sono tutti momenti che condivideremo con la comunità rutiglianese. Abbiamo lavorato in sinergia con l’assessorato alle attività produttive e con diverse realtà associazionistiche del territorio per realizzare un programma che legasse tradizione e innovazione“.

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *