Per tutta la giornata di oggi, domenica 19 dicembre, si terrà la “Festa della Solidarietà” nella sede della Fondazione Tatarella a Bari, in via Piccinni 97. Nel corso delle iniziative verrà effettuata una raccolta alimentare che verrà poi donata a Don Franco Lanzolla, parroco della Cattedrale di Bari.

Sono già molte le aziende che hanno aderito: Timurian Eleganza Italiama, Villa Romanazzi Carducci, Valerio 66, Molini Amoruso, Tata Italia, La Biglietteria, Primadonna, Aleba Service, De Sortis, Castellano, Azienda Anna Iannone, Saicaf, Iposea, Divella, Fondazione Megamark, Friggi Brio, Residence Hotel Moderno, Frescheria Jamaica, Vinotto, Eddycola e Varietà.

Tuttavia, l’evento organizzato in collaborazione con la onlus “Tempo Libero Bari” è rivolta anche a semplici cittadini che vogliano donare anche solo un pacco di pasta. Spiega il vicepresidente della fondazione, Fabrizio Tatarella: «Un’iniziativa nata dieci anni fa che abbiamo sempre realizzato per le vie del centro di Bari. Da quando abbiamo una sede tutta nostra e, soprattutto, da quando dobbiamo fare i conti con le restrizioni anti covid, invece, preferiamo organizzarla in sede. Ciò che non viene meno è la voglia di donare a chi ha più bisogno e devo dire che in questo i baresi non sono secondi a nessuno. Ringrazio tutte le aziende che hanno già partecipato ed hanno riempito di doni alimentari il nostro magazzino. Domenica saremo aperti per accogliere tutti i privati cittadini che, secondo le proprie possibilità, potranno portare anche solo un pacco di pasta. La solidarietà è più bella se condivisa e quest’anno aiuteremo ancora più persone».

Nel corso della giornata, alle 16 sarà dedicato uno spazio natalizio ai bambini con “Il grande albero dei piccoli”. Verrà allestito con luci e sorprese per condividere un momento di gioia con i più piccoli. Alle 18, invece, è prevista la presentazione del libro del professor Trifone Gargano, dal titolo “Dante Pop e Rock: le suggestioni dantesche nella musica e nella cultura contemporanea”, edito da Progedit. Quest’ultimo appuntamento, però, si terrà nell’atrio per garantire adeguato distanziamento tra le persone.

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *