Domani, alle 12, si inaugura l’area di Parco Amendola, rinnovata con nuovi percorsi drenanti, piante, irrigazione, panchine, cestini e un’area ludica inclusiva. Riqualificati anche parcheggi e marciapiedi, con un nuovo spazio per cani. Il progetto da 500mila euro è finanziato da programmi comunali e fondi ministeriali.

Sarà inaugurata domani, venerdì 21 giugno, alle ore 12, alla presenza dell’assessore ai Lavori pubblici, l’area di Parco Amendola (in via Amendola ad angolo con vico Capurso), una delle aree oggetto del progetto di greening che ne ha consentito la riqualificazione attraverso la realizzazione di nuovi percorsi drenanti, la piantumazione di nuovi arbusti, la dotazione di un impianto di irrigazione, l’installazione di nuove panchine e cestini e di un’area ludica sicura, accessibile e inclusiva. Il nuovo spazio ludico ha visto una particolare attenzione alla qualità dei materiali impiegati per pemettere ai bambini di diverse fasce d’età di trovare elementi di gioco e crescita adeguati, divertenti e formativi, pensati per farli giocare insieme stimolandone le abilità sociali e la creatività.

Nel corso dei lavori sono stati anche riqualificati i parcheggi antistanti, ridisegnati i marciapiedi e messi a dimora nuovi alberi in vico Capurso. Quanto al parcheggio retrostante, lo spazio è stato ripensato e destinato in parte allo sguinzagliamento dei cani e in parte a parcheggio vero e proprio, realizzato in materiale drenante dopo la rimozione della vecchia superficie in asfalto. Inoltre è stato invertito il senso di marcia di vico Capurso, nell’attesa che l’immobile del mercato venga preso in consegna da Campagna Amica e Coldiretti che vi organizzeranno il primo mercato contadino a km 0 della città.

L’intervento di riqualificazione e greening, dell’importo complessivo di 500mila euro, è stato finanziato in parte con il più ampio programma comunale per il verde urbano -greening e forestazione -, il contenimento dei cambiamenti climatici e il contrasto dell’effetto isola di calore (risorse PON Metro) e in parte con i fondi ministeriali del bando Dateci spazio.

Iscriviti al canale Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *