fbpx

Regione Puglia: via libera in giunta ad un progetto per la zona industriale di Bari

Via libera preliminare, da parte della Giunta regionale, al progetto proposto dalla “Isotta Fraschini Motori SpA” (società controllata dal gruppo “Fincantieri” che si occupa di costruire e vendere generatori di energia e motori diesel) per la realizzazione, nella zona industriale di Bari, di un importante programma di investimento del valore complessivo di oltre 29milioni e 436mila euro.

L’iniziativa, per cui l’impresa proponente ha avanzato, nell’ambito del Bando regionale “Aiuti ai programmi di investimento delle Grandi Imprese”, richiesta di finanziamento per un importo pari a quasi 18milioni di euro a valere sulle risorse del PO FESR 2014/2020, ha come obiettivo quello di migliorare e potenziare l’attuale insediamento produttivo presente nel capoluogo, allo scopo di realizzare un centro di “Ricerca&Sviluppo”, oltre a un laboratorio di elettronica e un’area dedicata alla prototipazione, al fine di rilanciare la sua attività industriale aumentando l’affidabilità dei motori prodotti, studiando sistemi avanzati in grado di gestire al meglio le diverse fonti di produzione di energia, e progettando un nuovo motore in grado di soddisfare le richieste del mercato in ambito nautico.

Di seguito la nota dell’Assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino:

Il parere favorevole espresso, su mia proposta, dalla Giunta regionale, è condizionato, però, ad una precisa prescrizione dal momento che a fronte del significativo contributo pubblico richiesto, l’incremento occupazionale a regime attualmente previsto, pari a 28 unità lavorative, appare incongruo e necessita di essere significativamente aumentato. 

Ritengo molto opportuna questa condizione dal momento che gli strumenti di agevolazione e di incentivazione messi in campo dalla Regione Puglia hanno certamente come obiettivo quello di sostenere il sistema produttivo in modo da determinare uno sviluppo economico stabile e duraturo sul territorio, ma questo non può prescindere da effettive e concrete garanzie in termini di ricaduta occupazionale che deve necessariamente essere proporzionata rispetto allo sforzo finanziario che viene richiesto in termini di risorse pubbliche.

Pertanto, ora, l’impresa proponente potrà procedere alla presentazione del progetto definitivo, rispettando l’indicazione fornita dal Governo regionale, in modo da poter poi sottoscrivere il “Contratto di Programma” con la Regione Puglia.

Sono molto soddisfatto per il lavoro compiuto su questo progetto, con il preziosissimo contributo di “Puglia Sviluppo”, la società in house della Regione cui è affidata la gestione delle molte misure di incentivazione messe in campo in questi anni dal Governo regionale guidato dal Michele Emiliano al fine di supportare la crescita economica sul nostro territorio. 

E’, questo, un obiettivo strategico che stiamo perseguendo con grande forza e determinazione soprattutto grazie ai tanti strumenti a sportello attivati dall’Assessorato allo Sviluppo Economico che ho l’onore di guidare e che sono finalizzati ad andare incontro concretamente alle esigenze del nostro sistema imprenditoriale, in modo da supportarlo soprattutto nelle attività finalizzate a innovare i processi produttivi, con esiti molto significativi in termini di sviluppo economico, come unanimemente riconosciuto sulla base dei dati e degli indicatori forniti dai principali istituti di rilevazione statistica. Ovviamente c’è ancora tanto lavoro da fare, ma la strada tracciata è quella corretta e ritengo sia necessario continuare a percorrerla con grande determinazione visti i lusinghieri risultati raggiunti”.

Contattaci per il tuo evento