Partirà il 12 febbraio il servizio di trasporto pubblico locale a Noicattaro, che permetterà ai cittadini di spostarsi nel centro urbano e nelle aree periferiche utilizzando i mezzi pubblici. Le prime corse saranno distribuite su due linee urbane che connetteranno i maggiori punti di interesse del paese.

Saranno due le linee urbane che consentiranno di coprire in modo capillare l’area del paese, intersecandosi in alcuni tratti e permettendo così l’interscambio. La linea 1 da piazza Dossetti toccherà i principali punti del centro urbano (corso Roma – piazza Umberto I – via Carmine – via De Gasperi – via Calcutta – via San Filippo Neri – RSA – via Imbriani – via Amendola – via Lombardi – via Verga – Biblioteca) per poi tornare in piazza Dossetti. Il mercoledì è prevista la variazione del percorso su via Amendola per consentire lo svolgimento del mercato settimanale.

La linea 2 da piazza Dossetti collegherà via XX settembre – stazione FSE – corso Roma – via Incoronata – via Falcone – via Colaianni – via Machiavelli – Chiesa del Soccorso – Palazzetto dello Sport – via Verga – via Crocecchia – via Dante. Negli orari mattutini e in concomitanza con l’apertura delle aziende, la stessa linea 2 si estenderà fino alla zona PIP (con fermate presso stadio, CCR e uffici comunali) e fino al cimitero. Scuole e servizi diventeranno facilmente accessibili senza l’uso di un mezzo proprio.

L’acquisto dei biglietti potrà avvenire a bordo, in una prima fase, e successivamente negli esercizi commerciali abilitati. Previste tariffe agevolate e abbonamenti: mensile ordinario a euro 25, settimanale ordinario a 8 euro, mensile agevolato (utenti studenti, lavoratori, over 65 anni) a 16 euro e, particolarmente vantaggioso, il carnet di 12 corse a 6 euro. Le fermate saranno identificate da apposite paline e riporteranno gli orari e i percorsi.

“Noicàttaro cresce ancora: l’avvio di questo importante servizio rappresenta una rivoluzione in tema di mobilità per la nostra comunità. Un risultato ottenuto grazie all’interlocuzione con Regione Puglia, che ha riconosciuto al nostro paese il chilometraggio e con città Metropolitana per la definizione e l’individuazione del gestore”, spiega il sindaco di Noicàttaro Raimondo Innamorato. L’istituzione del servizio di trasporto pubblico urbano è determinante nell’ambito della mobilità sostenibile, perché si possa limitare l’utilizzo dell’auto privata. Abbiamo lavorato tanto per materializzare la strategia che, già al nostro insediamento, avevamo previsto nelle linee di mandato. Avevamo promesso ai cittadini che sarebbe stato possibile raggiungere i principali poli attrattivi della città mediante mezzi pubblici. Oggi, quanto detto, diviene realtà”, conclude il sindaco di Noicàttaro Raimondo Innamorato.

“Grazie a una proficua interlocuzione con la ditta Scoppio, che gestirà il servizio di TPL, siamo riusciti a proporre una tariffazione agevolata sull’acquisto dei biglietti. Un elemento per noi di fondamentale importanza perché possa invogliare i cittadini a sperimentare il servizio che, essendo di nuova istituzione, avrà necessariamente bisogno di qualche tempo per essere calibrato sulla base delle esigenze riscontrate”, spiega l‘assessora allo Sviluppo del Territorio Germana Pignatelli.

Iscriviti alla newsletter

One thought on “Noicattaro, al via il trasporto pubblico”
  1. Se si può suggerire, non solo percorso , ma pensiline di protezione e punti di vendita. Il servizio deve essere ottimale nelle ore di punta, con corsie preferenziale. E altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *