Il progetto nazionale contro le povertà educative Affido Culturale arriva a Bitonto (Domenica 26 novembre alle 18 al Teatro Traetta) con un evento rivolto alle famiglie per spiegarne le finalità e per poi condividere il divertimento e la commozione di uno spettacolo dedicato a bambine e bambini.

Dopo il successo della triennalità di iniziative a Bari, arriva nel nord barese grazie al lavoro di Mama Happy Fondazione SAT (Spettacolo Arte Territorio), capofila del progetto in Puglia, grazie al prezioso impegno dell’Assessorato alle politiche sociali di Bitonto.

Mama Happy nello specifico si occuperà della formazione e del tutoraggio delle famiglie per fornire loro gli strumenti e le informazioni utili sull’affido culturale e sui suoi obiettivi e contestualmente sull’affido familiare e le sue possibili declinazioni. 

 Il progetto si pone l’obiettivo di aprire, grazie alla generosità delle famiglie ‘affidatarie’, i luoghi della cultura a bambine e bambini che normalmente non li frequentano per motivi economici o sociali. Protagonisti saranno il Teatro Traetta e tutti gli esercenti culturali del territorio bitontino che vorranno far parte della rete dei luoghi, ai quali i bambini e le bambine coinvolti nel progetto potranno accedere grazie alle risorse economiche messe in gioco.

Domenica 26 novembre (ingresso ore 17.30, sipario ore 18.00) il Teatro Traetta sarà palcoscenico dell’evento di inaugurazione di Affido Culturale a Bitonto, aperto dagli interventi del sindaco Francesco Paolo Ricci, dell’assessora alle Politiche sociali Silvia Altamura e dei responsabili di Fondazione SAT e Mama Happy.

Seguirà la messa in scena di Ahia!, produzione Teatri di Bari, con Lucia Zotti e Raffaele Scarimboli diretti da Damiano Nirchio. Una poetica favola sul valore della vita, dove l’Ufficio nascite deve risolvere un problema: una piccola anima proprio non ne vuole sapere di venire al mondo. 

L’evento è a ingresso libero con obbligo di prenotazione al botteghino del Teatro Traetta (tel. 080 374 26 36), attivo dal martedì al venerdì, dalle ore 18 alle ore 20.

Affido culturale è un progetto promosso dal Pio Monte della Misericordia, avviato nel 2020 e selezionato dall’impresa sociale Con I Bambini nell’ambito del Fondo di contrasto alla povertà educativa minorile.

Per continuare a far crescere la rete nazionale di Affido Culturale è possibile scrivere a disseminazioneaffidoculturale@gmail.com

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *