Il 3 ottobre ricorre la giornata nazionale dedicata alle vittime dell’immigrazione, a tutte quelle persone che hanno perso la vita nel tentativo di fuggire da un luogo per ragioni economiche, sociali e politiche. Anche a Bari, con l’organizzazione da parte del Comitato 3 Ottobre Puglia, si terranno alcune iniziative, appuntamenti e tavole rotonde.

Il 3 ottobre si celebra la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, in ricordo dei 368 migranti che, il 3 ottobre 2013, persero la vita nei pressi di Lampedusa nel tentativo di raggiungere le coste europee. 

In occasione di questa ricorrenza le numerose associazioni confluite nel Comitato 3 Ottobre Puglia, su invito della Campagna “Sulle soglie senza frontiere” di Pax Christi Italia,  propongono un ricco programma pomeridiano di eventi che si terranno sabato 2 ottobre, in largo Giannella, a partire dalle ore 15.30. Questi gli appuntamenti previsti: alle ore 15.30 in programma la partenza dalla Darsena Mar di Levante della Bari social boat – la biblioteca sull’acqua promossa dall’assessorato al Welfare – che raggiungerà largo Giannella con a bordo un gruppo migranti arrivati a Bari attraverso i corridoi umanitari: nel corso  della navigazione, a cura della Biblioteca dei ragazzi/e, si terranno narrazioni e lettura di storie in più lingue.

Alle ore 16 si terrà un incontro interreligioso di riflessione e preghiera, con la partecipazione di guide ed esponenti delle comunità religiose. Interverranno, tra gli altri, l’arcivescovo di Bari, mons. Giuseppe Satriano, e il vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle fonti, mons. Giovanni Ricchiuti, presidente di Pax Christi Italia. Alle ore 18 in programma la tavola rotonda “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione: Afghanistan Libia e Balcani“, con interventi di don Mattia Ferrari, Silvia Godelli, Ahmed Osman ed Erminia Rizzi. Modera: Giovanni Capurso. 

A seguire, alle ore 20, lo spettacolo teatrale: “Panahjou – Persone in cerca di un abbraccio“, a cura della compagnia teatrale Per.i.plo, ideato e diretto da Lucio D’Abbicco. Lo spettacolo si svolgerà presso la chiesa di San Sabino Bari (con ingresso gratuito sino ad esaurimento posti). Saranno allestite, per l’occasione, due mostre a tema – una fotografica e un’altra di dipinti – di Michi Carmineo e di Bakary Manneh. Le due mostre si potranno poi visitare per tutta la settimana successiva, sino a domenica 10 ottobre, presso la Casa delle Culture di Bari (via Barisano da Trani, 15). 

L’iniziativa, promossa con il patrocinio di Città Metropolitana di Bari e assessorato al Welfare del Comune di Bari, è stata pubblicata sulla piattaforma Sofia dal Centro di Orientamento Don Bosco di Andria, ente accreditato dal MIUR, e conferirà attestato di partecipazione ad attività di formazione per i docenti. Inoltre, docenti non di ruolo e alunni di scuole medie superiori del triennio potranno richiedere (lasciando in loco i propri dati) l’attestato di partecipazione. Tutti gli eventi previsti si svolgeranno nel rispetto delle regole e normative di contenimento del Covid-19. Sarà pertanto necessario il Green pass anche all’aperto. 

Contatta ViviBari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.